Torna alla sezione Home

Città da visitare

La Valbrenta è adagiata tra due maestose corone di montagne (il Massiccio del Grappa ad est e l’Altopiano dei Sette Comuni ad ovest) ed è una valle solcata dalle acque del fiume Brenta. Questo territorio offre scenari di rara bellezza per gli amanti delle attività fluviali, dei trekking di mezza montagna e delle immersioni nella natura… Oltre alla parte naturalistica, offre la possibilità di visitare molte città nei dintorni, ricche di storia, arte e cultura. Sarebbe impossibile riassumere tutto ciò che c’è da visitare in poche righe ma di seguito potete trovare una breve descrizione e link interessanti per scegliere la meta che vi incuriosisce di più.

Pernottando alla Casa sul Fiume o al Rafting Hotel Ai Cavallini, tutte queste città sono facilmente raggiungibili in auto o in treno. Chiamaci per maggiori informazioni allo 0424 558250.

La bellezza nei dintorni

01

BASSANO DEL GRAPPA: LA CITTA’ DEL PONTE

Il comune di Bassano del Grappa conta oltre 43.000 abitanti. È in provincia di Vicenza e nella Regione del Veneto. La città è attraversata dal fiume Brenta. La città, ai piedi delle Alpi venete tra il Monte Grappa e l’Altopiano di Asiago, è
molto antica ed è nota nel mondo per il “Ponte di Bassano” realizzato su progetto del 1571 dell’architetto Andrea Palladio. Il centro storico è ricco di piazze, chiese, torri, palazzi e monumenti di grande interesse. Vi è anche un importante Museo Civico che presenta una Pinacoteca con oltre 500 dipinti: tra questi quelli di Jacopo Bassano e di Antonio Canova. Da segnalare anche il Museo della stampa con le opere dei Remondini e il Museo della Ceramica (www.museibassano.it). Per la storia più recente va ricordato il viale dei Martiri che è dedicato ai 31 combattenti della Resistenza impiccati nel 1944 in una rappresaglia nazi-fascista.

02

MAROSTICA, I CASTELLI E GLI SCACCHI

Marostica è una città murata del Veneto con mura che si inerpicano sulle colline costruite alla fine del medioevo dagli Scaligeri. Il comune conta quasi 14.000 abitanti (provincia di Vicenza, Regione del Veneto). Si trova ai piedi dell’Altopiano di Asiago ed è nota per la partita a scacchi con personaggi viventi che si svolge ogni due anni, a settembre, nella piazza principale: una tradizione che si mantiene dal 1923. L’evento è ispirato ad un fatto realmente accaduto nel 1454. Due i castelli: quello inferiore a livello della piazza degli scacchi e quello superiore a nord e in quota. Altre informazioni: www.marosticascacchi.it.

03

ASIAGO, L’ALTOPIANO E LA NATURA

La cittadina di Asiago si trova a 1.000 metri sul livello del mare ed è il centro principale dell’Altopiano dei Sette Comuni (provincia di Vicenza, Regione del Veneto). È posizionata all’estremo nord della provincia di Vicenza e al confine con la provincia di Trento. Fino all’epoca della Serenissima Repubblica di Venezia fu sede della Spettabile Reggenza dei Sette Comuni (antica federazione tra villaggi di montagna). Asiago, che è luogo di villeggiatura estiva e invernale, oggi conta circa 6.500 residenti. Durante la Prima Guerra Mondiale fu completamente rasa al suolo. Da segnalare lo stadio del ghiaccio dove, durante la stagione sportiva, si svolgono le partite della locale squadra di hockey su ghiaccio che partecipa alla Alps League. Il nome Asiago è legato anche alla produzione di formaggi tipici della zona e noti in tutto il mondo. L’Altopiano di Asiago d’estate è adatto a passeggiate sui prati e nei boschi e sui sentieri della Grande Guerra; in inverno sono presenti realtà legate alla pratica dello sci alpino e dello sci di fondo. Per maggiori informazioni www.happysiben.com

 

04

CITTADELLA, CITTA’ MURATA MEDIOEVALE

Cittadella (provincia di Padova, Regione del Veneto) è un comune che conta 20.100 abitanti. Le sue mura rappresentano una delle strutture fortificate in mattoni meglio conservate d’Europa e si sviluppano su un perimetro di 1461 metri (Camminamento di Ronda). L’accesso alla città è garantito da quattro porte munite di ponti in muratura rivolte verso le principali città limitrofe: a Est Porta Treviso, a Sud Porta Padova, a Ovest Porta Vicenza e a Nord Porta Bassano. Vale una visita il duomo neoclassico del 1700 che ospita il Museo di Arredi Sacri e l’archivio storico e una pinacoteca che vanta opere sacre del 1400 e del 1500. Da segnalare anche il Palazzo Pretorio affrescato, e il Museo Torre di Malta in cui è raccolta la sezione archeologica che ospita reperti rinvenuti da scavi realizzati in città e nel territorio cittadellese. www.visitcittadella.it

05

CASTELFRANCO VENETO E IL CASTELLO

La città di Castelfranco Veneto (provincia di Treviso, Regione del Veneto) fu fondata da Treviso prima del 1200 per presidiare il territorio confinante con le città di Padova e Vicenza. Nel medioevo gli abitanti di questa città fortificata godevano di un’esenzione dalle tasse in cambio di una partecipazione alla difesa militare: per questo il nome deriva da castello franco. Il comune conta 33.500 abitanti. Sul castello si sviluppa la città. La fortificazione ha due accessi a est a e ovest, sorge su un terrapieno ed è difesa da torri e mura. Da segnalare la Casa del Giorgione dove abitò Giorgio da Castelfranco (pseudonimo di Giorgio Gasparini) importantissimo pittore del ‘500, tra i più noti esponenti della cosiddetta scuola veneta. Tra le sue opere “La Tempesta”, olio su tela conservato alle Gallerie dell’Accademia di Venezia. Nella casa del grande maestro è conservato il Fregio delle arti liberali e meccaniche, attribuito proprio al Giorgione.

06

POSSAGNO, PAESE NATALE DI CANOVA

Il borgo di Possano conta circa 2.200 abitanti (provincia di Treviso, Regione del Veneto) e si trova sulle pendici delle Prealpi Venete. Qui vi è nato il grande scultore Antonio Canova (Possano 1757 – Venezia 1822). In quella che era la sua casa oggi è ospitata anche la gipsoteca nella quale sono esposti i gessi delle sue più importanti opere d’arte marmoree. Da segnalare il Tempio Canoviano, ovvero la chiesa parrocchiale neoclassica che Antonio Canova volle far edificare nella sua cittadina natale.

07

VICENZA, LA CITTà DEL PALLADIO

La città di Vicenza è capoluogo di provincia e il comune conta circa 115.000 abitanti (con l’hinterland 290.000). La città è stata dichiarata Patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO nel 1994: nel tardo rinascimento l’architetto Andrea Palladio vi realizzò numerosi edifici. Tra questi la Basilica Palladiana, palazzo Chiericati (sede del museo civico) e il Teatro Olimpico, il primo e più antico teatro stabile coperto dell’epoca moderna. Nelle vicinanze di Vicenza si trova anche un altro capolavoro del Palladio: Villa Almerico Capra detta La Rotonda. A Sud della città sorge il santuario dedicato alla Madonna di Monte Berico, importante luogo di culto e pellegrinaggio cattolico.

08

PADOVA, SANT’ANTONIO, GIOTTO E GALILEO

Padova è capoluogo di provincia e conta circa 211.000 residenti (comune) a cui si aggiungono diverse decine di migliaia di studenti che frequentano la più antica università delle Tre Venezie. Sant’Antonio, Giotto e Galileo sono i tre personaggi storici che hanno dato volto e lustro alla città di Padova. Nota come città del Santo deve questa definizione al francescano portoghese Sant’Antonio (Lisbona 1195 – Padova 1231). I suoi resti sono conservati nella Basilica di Sant’Antonio uno dei principali monumenti della città. Dell’artista medioevale Giotto gli spettacolari affreschi trecenteschi della Cappella degli Scrovegni che raccontano la vita di Gesù. Da segnalare la Specola, ovvero lo studio a torre dove Galileo Galilei ha perfezionato i suoi cannocchiali e dal quale osservava i pianeti, la Luna, le stelle e lo spazio. Oggi è il Museo dell’Osservatorio Astronomico. Da segnalare anche Prato della Valle, la più grande piazza di Padova che misura 88.620 metri quadri: è tra le più grandi piazze d’Europa. Da visitare l’Orto Botanico www.ortobotanicopd.it e anche la basilica di Santa Giustina dove sono conservate le reliquie di San Luca evangelista e i resti di San Mattia apostolo giunti da Costantinopoli nel 357 d. C.

09

TRENTO E IL BUONCONSIGLIO

E’ capoluogo della provincia e della Regione Autonoma Trentino Alto Adige. Il Comune conta circa 117.000 abitanti. Il monumento più celebre di Trento è il Castello del Buonconsiglio, dove si possono ammirare cicli di affreschi tardomedievali. Il Duomo, caratterizzato da un rosone e da una cappella barocca, sorge nell’omonima piazza, sulla quale si affaccia anche Casa Cazuffi-Rella, una struttura rinascimentale con la facciata affrescata. A sud-ovest, il MUSE Museo delle Scienze di Trento www.muse.it , struttura all’avanguardia che ha previsto un piano di urbanizzazione all’insegna della sostenibilità ambientale e che propone al suo interno un percorso di esplorazione che mette al centro il visitatore. Storicamente la città divenne famosa a livello internazionale per il Concilio di Trento (1545-1563) che diede inizio alla Controriforma.

10

TREVISO E LE ROGGE

La città di Treviso esisteva come villaggio già in epoca pre-romana sorto su tre alture difese da un’ansa del fiume Sile. Capoluogo di provincia conta circa 85.000 residenti. Treviso è ricca d’acqua e molte sono le rogge e i canali che la attraversano. Il centro storico è racchiuso da una cinta muraria di epoca veneziana (1509). Da visitare piazza dei Signori e il palazzo dei Trecento (XII sec), ma anche il Duomo di San Pietro Apostolo, nel quale è conservata una pala del Tiziano, e la chiesa di San Francesco (XIII sec) con le tombe dei figli di Francesco Petrarca e Dante Alighieri. Il tempio di San Nicolò (XIV sec) è l’edificio di culto più imponente: all’interno da vedere il ciclo di affreschi di Tomaso da Modena; degne di nota sono le raffigurazioni di Ugo di Saint-Cher e Nicolò di Rouen, ritenute le prime opere pittoriche a riportare rispettivamente degli occhiali e una lente d’ingrandimento.

11

BELLUNO, IL CAPOLUOGO DELLE DOLOMITI

Il Comune di Belluno conta circa 35.000 residenti, e la città è capoluogo di una provincia in territorio di montagna che conta 206.000 abitanti. Sorge alla confluenza del torrente Ardo nel Piave.
Nel territorio provinciale vi sono la maggior parte delle cime delle Dolomiti che l’UNESCO ha dichiarato Patrimonio dell’umanità. Da visitare piazza Duomo dove si affacciano il palazzo dei Rettori (XV sec) e la basilica cattedrale di San Martino (del XVI sec, ma di origini paleocristiane) e il suo campanile (XVIII sec); palazzo Piloni con all’interno gli affreschi di Cesare Vecellio. Al centro la fontana di San Gioatà, antico patrono della città. Da vedere in piazza dei Martiri, caratterizzata dal cosiddetto Listòn, la chiesa rinascimentale di San Rocco.

12

VENEZIA, CITTA’ SULL’ACQUA

Venezia è sia capoluogo di Provincia sia della Regione del Veneto. Nel comune (che comprende in terraferma le zone di Marghera e Mestre) risiedono circa 260.000 abitanti. Nel centro storico i residenti sono poco più di 50.000: e ogni anno la città è visitata da milioni di turisti da tutto il mondo. In città due università: Ca’ Foscari e lo IUAV (architettura e urbanistica). Definita la Regina dell’Adriatico, per mille anni è stata la capitale della Repubblica Veneta. Per la sua peculiarità urbanistica e il patrimonio artistico ricchissimo, Venezia è considerata tra le più belle città del mondo: assieme alla sua Laguna è stata dichiarata dall’UNESCO patrimonio dell’umanità. La città storica, isolata dalla terraferma, è adagiata su più di 100 piccole isole all’interno di una laguna nell’alto mare Adriatico. Non esistono strade ma canali, tra cui il Canal Grande, fiancheggiato da palazzi rinascimentali e gotici. Sulla piazza centrale, piazza San Marco, sorgono la Basilica di San Marco, arricchita da mosaici bizantini, e il campanile di San Marco, da cui si possono ammirare i tetti rossi della città. Altro campanile su cui è possibile salire comodamente è quello dell’Isola di San Giorgio. Da visitare il ponte di Rialto, la chiesa dei Frari e la tomba di Antonio Canova, la basilica di Santa Maria della Salute, la chiesa del Redentore alla Giudecca (di Andrea Palladio) e per gli appassionati di archeologia industriale l’Arsenale, la più importante azienda navale del Mediterraneo di epoca medievale e rinascimentale. Tantissimi i palazzi storici, molti sede di importanti musei tra cui il Peggy Guggenheim Collection.